Io mi lucio

(Breve storia di una Lampyris Nocticula, ovvero, una lucciola italiana). Io mi lucio. Nel senso che ho la luce dentro. Se pensate stia parlando di illuminazione, ottimismo o cose di questo tipo siete fuori strada. Se invece pensate che stia parlando sotto l’effetto di funghi o strane erbette, vi siete proprio perduti. Perché io laContinua a leggere “Io mi lucio”

Il suo dolce sorriso

La maggior parte delle persone lo temeva, mentre le altre ne provavano repulsione. Per un motivo o per l’altro, comunque tutte, indistintamente, lo tenevano a debita distanza. Rammentava vagamente di essere stato amato, quando era piccolo, ma poi era accaduto qualcosa di cui non aveva più memoria e di punto in bianco si era ritrovatoContinua a leggere “Il suo dolce sorriso”

Amici di carta

Sono nata sotto una stella cattiva che non si è mai dimenticata di farmi presente che io, la tranquillità, avrei potuto solo sognarla. Quando i miei genitori erano ancora sposati, non ricordo sia trascorso un solo giorno orfano dei loro litigi furiosi. All’inizio le urla mi spaventavano tanto che correvo a chiudermi nella mia camerettaContinua a leggere “Amici di carta”

Vivo a ridosso di un bosco

Vivo a ridosso di un bosco. Oltre la pineta, separato da una fragile rete in metallo verde scuro, si estende una macchia di betulle, aceri, carpini bianchi e frassini. In estate, ai margini dei sentieri sterrati che si snodano tra gli alberi, una profusione di erica, genziane, ranuncoli, felci e salici rosmarifoglia. Ci sono ristagniContinua a leggere “Vivo a ridosso di un bosco”